Silvia Montevecchi

silviapiccola.JPG (57687 byte)

Silvia Montevecchi, pedagogista, è nata nel 1962 a Bologna, città dove risiede.

Ha lavorato molti anni come educatrice in servizi all'handicap, cominciando nel 1980 all'Anffas di Bologna, allora diretta da Anna Chiodini. Nel 1988 si è laureata in Pedagogia con Piero Bertolini e Roberto Farné, a Bologna,  con una tesi sull'educazione interculturale dal titolo "Educazione alla differenza e alla comprensione tra i popoli", pubblicata da Aifo (Associazione amici di Raoul Follereau).
Da allora ha operato come pedagogista e project manager nel mondo delle organizzazioni non governative di cooperazione internazionale: in Italia, nell'ambito dell'educazione allo sviluppo e interculturale, e del turismo etico; all'estero  occupandosi in particolare di educazione e child protection in paesi in guerra. Il suo primo viaggio in Africa è del 1982. Vi ha vissuto stabilmente dal '96 al 2000, in Paesi diversi. Tra il 2001 e il 2013 effettua diverse missioni brevi e lunghe, in Palestina, Chad, Haiti post terremoto, Angola.

Verso l'Uganda, 1984

In Burundi, 1996

Ama la fotografia, il trekking, la bicicletta, il nuoto (dal 2008 ha il brevetto come istruttrice di noto Uisp), i viaggi, le musiche e danze popolari, la storia, l'antropologia culturale, la lettura, il cinema - in particolare quello documentario. Fa riprese e montaggio in digitale per hobby. Ama il bricolage, lavorare con le mani. Tra il 1988 e il 93 si è occupata della ristrutturazione totale di un edificio in un borgo medievale dell'Appennino bolognese. Produce lavori a maglia, per sé, per amici e parenti. Ama ciò che si produce lentamente, come il lavoro al telaio tradizionale.

E' profondamente ecologista. Ama la dimensione religiosa e la sacralità, nelle varie forme che i  popoli le danno. Ama il cristianesimo, il buddismo, lo shintoismo. Ha svolto studi di teologia e scienze della religione. 

Quando le è possibile ama partecipare ai festival del cinema: è stata all'Infinity festival presso la Fondazione Ferrero di Alba, al Fespaco di Ouagadougou, al Biografilm festival  della Cineteca Lumière di Bologna. Frequenta corsi di cinema presso la Cineteca comunale e il Dams di Bologna. In novembre 2009 è membro della Giuria del Festival del Cinema africano di Verona.

Ama scrivere e ha pubblicato numerosi lavori per bambini e adulti, in gran parte ricchi di immagini. Ha ricevuto un premio di poesia nel 1987, mentre nel 2000 i suoi scritti africani sono stati premiati dall'Archivio Diari di Pieve Santo Stefano. Non smette mai di studiare, e dopo gli studi di Scrittura Autobiografica alla Libera Università di Anghiari, ha deciso di re-iscriversi per una seconda laurea, a Urbino, presa nel 2008.

Tiene corsi di scrittura autobiografica, sia in proprio sia con varie collaborazioni. Le piace occuparsi di comunicazione, divulgazione, e costruzione di siti web. 

Nel 2013 si è scritta nuovamente all'Università, a Bologna, per una laurea magistrale in Antropologia ed etnilogia, conseguita in marzo 2016.

Bretagna 1995

bretagna95.JPG (22806 byte)

 

Burundi 1997

burundi97.JPG (32804 byte)

Capanna Tassone, Appennino modenese

CapannaTassone.JPG (40325 byte)

conKizito.JPG (30242 byte)

Bologna 2002,

con p.Kizito e p.Ottavio

 

Emirati Arabi, 2000

 

Dubai2.JPG (36536 byte)

Studi e formazione permanente

  • 1979, diploma di scuola magistrale, Istituto S. Giuseppe, Lugo (Ravenna)
  • 1982, diploma di specializzazione biennale per handicappati psicofisici, Cisim, Bologna
  • 1982, marzo, Padova, stage condotto dal prof. B.Aucouturier sulla Terapia Psicomotoria con i bambini
  • 1983, diploma di Assistente per Comunità infantili, Istituto Melozzo, Forli’
  • 19982-84, Bologna, diversi stages di Psicomotricità Relazionale condotti da André e Anne Lapierre.
  • 1988, laurea in Pedagogia all’Università di Bologna.
  • 1989, Bologna, seminario internazionale su "Disabilità e paesi in via di sviluppo: quale riabilitazione"
  • 1990, perfezionamento annuale - diretto dalla prof.ssa Annamaria Gentili, in "Politiche di cooperazione con i Paesi in via di sviluppo", Facoltà di Scienze politiche, Bologna. Tesi realizzata su progetti visitati in Brasile per bambini di strada.
  • 2000-2002 Libera Università dell'Autobiografia, Anghiari: L'Autobiografia come cura di sé. Direttore. Scuola fondata dal prof. Duccio Demetrio e il giornalista Saverio Tutino.
  • Numerosissimi convegni sull'handicap, sui rapporti Nord/Sud del mondo, su pedagogia e didattica, intercultura, ... 
  • 2008, marzo, brevetto come istruttore di nuoto Uisp
  • 2008, novembre, 2° laurea. Urbino. Scienze della Formazione Primaria
  • 2016, Laurea Magistrale in Antropologia culturale ed etnologia, Unibo. Tesi di laurea in antropologia museale, sui musei delle migrazioni. Tesi disponibile in pdf cliccando qui: VITE DA MUSEO

Inoltre: per l'autoformazione si veda Le mie letture

Esperienze professionali

  • 1981-83 : educatrice per handicap gravi in centri diurni dell’Usl, presso Anffas
  • 1983-84 : educatrice per il Comune di Bologna in scuole elementari, per bambini con handicap psicofisici ed epilessia.
  • 1988 : consulenza pedagogica per il Comune di Riccione nell’ambito dell’educazione interculturale, in collaborazione con il prof. A. Canevaro
  • 1988-91 : esperta per le attività di educazione allo sviluppo e all’intercultura a livello nazionale, presso Aifo (Associazione italiana Amici di Raoul Follereau), Bologna
  • 1991-92 : responsabile di struttura residenziale dell’Usl per handicap psichici adulti.
  • 1992-95 : responsabile del settore educazione allo sviluppo del Cipsi (Roma), Ong di coordinamento che raggruppa 26 Ong di cooperazione di tutta Italia. Nel ’95 partecipa al Gruppo Pilota per la Campagna del Consiglio d’Europa contro il razzismo, la xenofobia, l’antisemitismo e l’intolleranza. Senegal92.JPG (25439 byte)
  • 1995 : creazione del Centro studi L’Emilio, a Bologna, associazione per la formazione interculturale, gli scambi e il turismo etico per la conoscenza di popoli e culture. Il Centro partecipa a Ecpat, la Campagna internazionale contro il turismo sessuale.
  • 1996 : diviene presidente dell’Associazione, che collabora con diverse organizzazioni internazionali tra cui Enda Tiers Monde di Dakar e la Fondazione Danielle Mitterrand di Parigi. Per la Fondazione, partecipa al gruppo di lavoro europeo, in ambito pedagogico, per la produzione di un cd rom contro il razzismo.
  • 1996 - giugno 97 : responsabile del progetto Scolarizzazione di Unicef- Burundi, per i bambini di quindici campi profughi nella provincia di Muyinga, al nord del paese. Il progetto comporta in particolare : l’allestimento di scuole temporanee, la formazione di insegnanti e di personale locale, la distribuzione di aiuti per i casi vulnerabili, l’integrazione graduale delle scuole d’emergenza nel sistema pubblico.
  • 1997 luglio: consulente per l'Unicef- Mauritius per la formazione di insegnanti nell’ambito della Educazione per lo sviluppo.
  • 1997 agosto-novembre: consulente Unicef-Burundi per un programma di Peace education
  • 1998-1999: viaggio di studio e ricerche in Madagascar
  • 1999 gennaio-agosto: Education expert in Somaliland per un progetto di rimessa in funzione del sistema scolastico somalo, dopo 10 anni di mancanza di governo. Il progetto si inseriva nel Programma nazionale per la Somalia, dell'Unione Europea, con Unicef e Unesco.
  • 1999  agosto-novembre : responsabile di progetto d’emergenza di Coopi e Unicef- Sierra Leone per il recupero e la reintegrazione dei bambini soldato, rilasciati dalle forze armate. Dubai1.JPG (54210 byte)
  • 2000 febbraio-settembre: nuovamente in Somalia -Puntland per analogo progetto dell’Unione Europea.
  • 2002 giugno: monitoraggio aiuti UE nei campi profughi saharawi in Algeria
  • Giugno-Agosto 2003: project manager in Ramallah, Palestina, per un progetto finanziato da Unione Europea per i giovani di un campo profughi del '48.
  • Luglio 2004-giugno 2005: capo progetto in Ciad, per le scuole comunitarie
  • Novembre 2005 - febbraio 2006, di nuovo in Ciad, come consulente Unicef, per una ricerca sulla violenza nelle scuole.
  • Agosto2002-1.JPG (68987 byte)Fa formazione degli adulti in ambito autobiografico. Collabora anche con la CNA di Bologna, nell'ambito della comunicazione d'impresa.
  • 2008 aprile-maggio, consulente per Coopi in Sierra Leone per un progetto a favore della scolarizzazione nel nord del paese.
  • Dal 2000 a tutt'oggi, tornata dall'Africa, vive a Bologna dove lavora come come insegnante di scuola primaria.
  • 2012-13  sei mesi in Angola per un progetto a sostegno dei bambini di strada, finanziato da Cooperazione italiana e Unione europea.

Impegni non professionali

Da maggio 2007 ad aprile 2009 Silvia è stata coordinatrice per l'Emilia Romagna e San Marino dell'associazione pacifista internazionale Servas porte aperte. www.servas.it Attualmente riveste l'incarico (volontario) di coordinamento della segreteria di redazione.

https://www.facebook.com/silvia.montevecchi

Silvia CV in formato DOC: Italiano   -    Français   -   English

Altre immagini di Silvia

Galleria 1. Foto M.Cionci Galleria 2. Anni 90-2000 Amministrative 2004 Galleria 3. 2008
Galleria 4. 2008-09 Galleria 5. Silvia e gli alberi giganti. Galleria 6. Viaggio nel Profondo nord  

 

 

Pagina aggiornata in giugno 2016

- Home page -